Archivio

Archivio dell'autore

Dalla parte di Spessotto

Io preferisco:

Jacob a Edward
Dylan Dog a Tex
una serata in un pub a una serata in discoteca
abiti casual con carattere a abiti eleganti impersonali
i libri sul comodino all’ i-pod
l’ mp3 a pile all’ i-pod
gli occhiali alle lenti a contatto
il coyote a bip bip
silvestro a titty
Spike a Angel
Chandler a Joy
la pancia agli addominali
il bianco pallido all’ abbronzatura
le città d’ arte al mare
l’ autunno all’ estate
i gatti ai cani
i profumi acri a quelli dolci
la musica indie a quella di moda
Achille a Ettore
il T-Rex ai nipoti di Hammond
i pupazzi improponibili ai gioielli
il blog a youtube
le caramelle alla liquirizia a quelle alla frutta
i nerd ai dandy
i simpaticoni ai saccenti
l’ uomo con la barba sfatta all’ uomo sempre troppo curato
le piccole attenzioni ai grandi gesti
i materassi in lana a quelli in lattice
le borse di canapa a quelle di louis vuitton originali
i treni agli autobus
gli arrivederci agli addii
le conversazioni stupide a quelle serie
gli uomini interessanti a quelli belli belli in modo assurdo

Annunci
Categorie:il signor G.

“Se io ti dico Why tu mi rispondi Because”

29 maggio 2010 5 commenti

Fabio Volo.
Non volendomi fermare al mio primo pensiero “Dev’ essere una cagata pazzesca!” riferito ai libri di Volo, mi sono fatta consigliare dal mio spacciatore di libri che nel solo nominargli il nome di ‘sto tizio è andato in brodo di giuggiuole. Bon, m’ ha dato per cominciare il libro che a suo avviso è il migliore tra quelli che lui ha scritto (non oso pensare il peggiore), parliamo di “Esco a fare due passi”. Ecco, io sarei uscita volentieri a farmi due passi piuttosto che leggere ‘sta roba.
Perchè mai????
Fabio Volo a mio avviso è uno di quelli che vende perchè si chiama Fabio Volo. Personaggio che fino a dieci anni fa te lo ritrovavi in ogni dove in tv, le ragazzine sbavavano per lui che di bello non c’ ha nulla e che con gli anni, a differenza degli altri uomini, è pure peggiorato!
Diciamo dunque che i primi libri li ha venduti perchè lui si chiama come si chiama, poi possiamo dire che l’ interesse è cresciuto perchè nei suoi libri parlava di seghe, di erezioni mancate, di pisello piccolo, di crisi di Peter Pan per cui tutta la popolazione maschile dai 25 anni in su si rivedeva in lui e si sentiva meglio. Roba che se uno mentre scopava durava 10 secondi si vantava con la squinzia di turno dicendo “Pensa che duro più di Fabio Volo!”
Roba che secondo me se la scriveva qualcun altro non vendeva niente e veniva pure ridicolizzato alla Nelson maniera per essersi sputtanato dandosi dell’ onanista micro sviluppato! Roba che uno non sarebbe più uscito di casa per paura che quei 4-5 scemi che gli avevano comprato il libro lo riconoscessero per strada e iniziassero a chiedergli se aveva risolto col problema dell’ eiaculazione precoce.
Invece Volo no! Volo l’ hanno acclamato, le ragazzine si sarebbero vendute l’ anima per provare l’ ebrezza di quei 7 secondi di puro microcosmo!
Diciamocela tutta, se io scrivessi un libro dove dico che la notte scoreggio nel letto e che mi ficco le dita nel naso e attacco le caccole per terra non solo non venderei una beneamata cippa, ma mi sputtanerei per il resto della mia vita invece se lo scrivesse Angelina Jolie di sicuro verebbe candidato al premio Strega come minimo. Vuoi mettere? La Jolie che scoreggia fa così chic!!!

Categorie:Uncategorized

“Le intermittenze della morte”

1 maggio 2010 6 commenti

Ti sei persa il Natale, il Capodanno, la fiera di Santo Stefano, Sherlock Holmes, Io loro e Lara, Rec 2, Avatar, Il quarto tipo, Baciami ancora, Paranormal activity, Amabili resti, Alice in wonderland, Shutter island, Legion, Daybreakers, Ironman 2, il libro Amabili resti, L’eleganza del riccio, il nuovo libro di Anne Rice, la LUSH, il mio soldato Jane secondo atto, il Grande Fratello, Mai dire Grande Fratello, Mauro Marin, L’ Isola dei famosi, Le Pupe e il secchione, Mai dire Le pupe e il secchione; ti sei persa il quadrilatero a senso unico, i “focaracci”, Paolini che fa il bagno nella fontana a Piazza Risorgimento, l’ inverno più rigido negli ultimi 100 anni, ti sei persa la primavera; ti sei persa Fini comunista e Berlusconi incazzato nero; la fiera della Pietraquaria, l’ allergia, ti sei persa il primo maggio.

Categorie:Uncategorized Tag: